Il caffè per chi comanda

  Negli anni ruggenti della piccola impresa italiana fui contattata a più riprese da un’imponente ditta della mia zona, con tanto di psicologa a selezionare il personale. In uno dei colloqui esposi, tra le ragioni per cui desideravo cambiare lavoro, la mia perplessità sul fatto che il mio capo d’allora mi usasse come cameriera laureata,…

La sera della santa

Vedendo il luminoso dipinto di Noah Buchanan mi ritorna in mente una serata d’estate di una vita fa, quando ancora esisteva l’usanza di spedire i bambini in colonia e io esistevo da circa dodici anni. La “casa circondariale estiva” era gestita dalle suore. La notte condividevo con altre venti puberi una camerata di stampo militare,…

Animaletti esotici in via di estinzione

Novità nella Formula 1! Alonso nuovamente campione del mondo? Nooo! Si tratta di un lutto, piuttosto. La decisione della nuova amministrazione travolge come uno tsunami le veline del circuito lasciando vedovi segaioli di ogni dove i quali, afflitti, dovranno rassegnarsi ad andare al Gran Premio per guardare le gare e nulla più. Che tristezza! D’ora…

La Baia dei Porchester

Per quanto ci si sforzi, una volta che un sostanzioso gruppo di appartenenti allo stesso ceto, partito, squadra di calcio, ecc.,  viene stipato in luogo angusto, ne scaturisce una metamorfosi attraverso la quale l’individuo cessa di essere tale e si trasforma in massa, per cui la reazione da furor di popolo ha la meglio sulle…

Le trombe del giudizio di Oprah e il boudoir di Catherine di Francia

L’America, non potendo occultare in alcun modo l’invasione di porcaccioni di casa sua, ancora una volta scende in lotta epocale e indiscriminata. Oprah ha dichiarato guerra: fulgida come il dragone dei Sette Supplizi e implacabile Gorgone, circondata da una valle di inevitabili lacrime hollywoodiane (quelle che nei reality tentano invano di asciugare facendosi aria con…