Sogno delle botte di mezz’estate

Maria Goretti colpisce ancora e colpisce di brutto

Le lettere al direttore di giornali e giornaletti non vanno sottovalutate. Talora il destino elargisce inopinate epifanie nei posti più impensati, dicasi sale d’attesa del dentista o cessi di case genitoriali.  Nella mia personale e recente esperienza di mezz’estate, la lettera in questione va ad affrontare nientepopodimeno che la questione del “partner violento” e il titolo promette di fornire un metodo pratico per liberarsene. Pur dubitando che la risoluzione di tale spinosa questione possa effettivamente essere spiegata in due colonnine di un settimanale, mi accingo senz’altro a leggere tale prezioso apporto alla civile convivenza.

L’autrice della lettera definisce la propria storia come “niente di insolito” e procede dunque ad esporre un calvario gentilmente organizzato da un partner possessivo, manesco e ricattatorio. Passa quindi alla fase in cui tenta di non alterarlo “fingendo di gradire i suoi approcci sessuali” (ovvero lasciandosi violentare) per culminare con “un’opera di auto-distruzione” che la porta a una condizione di tale sciatteria da indurre il partner molesto a stancarsi perché forse non la trova più sufficientemente appetibile per lo stupro. Non solo! L’astuta donna inizia pure a supplicarlo di non andarsene e la tenacia è tale da stufare anche l’incallito orco il quale, sdegnato, la pianta.

E che fa la saggia “scrittrice e giornalista” che risponde a cotale aberrazione? Dopo alcuni brevi cenni a un problema “sempre più diffuso” -evitando comunque di menzionare i casi di omicidio di cui i suddetti comportamenti sono l’anticamera- con una nonchalance degna di Alice nel Paese delle Meraviglie celebra con soddisfazione la “trovata” della lettrice, ovvero l’arguta strategia con cui la moritura scansò abilmente la discesa nella fossa: farsi gonfiare di botte e restare assolutamente passiva, quale cadavere ambulante (assumendone anche l’estetica), fino a quando il picchiatore non ci prova più soddisfazione. In nessun momento la saggia in questione suggerisce di rivolgersi ai carabinieri, o parla della questione definendola come grave piaga sociale. A corollario, tira in ballo Nicole Kidman -che fa tanto figo e ben corrobora la tesi- come a dire, che effettivamente “pare, sembra, forse, e qualcuno dice” che esiste un problema di maltrattamenti nella società odierna.

Or mi trovo di fronte a un grave dilemma: non sarà che il sottotesto della saggia in questione è in verità: “Figlia mia, le hai prese, te le sei tenute e poi mi scrivi pure. Che vuoi che ti dica? Facciamoci quattro risate in compagnia” e io non l’ho capito? Oppure la saggia in questione ha vissuto a sua volta un’epifania e, solenne, cita come esempio questa novella Maria Goretti nella perfetta convinzione di aver fatto un piccolo passo per una donna, ma un grande passo per l’umanità?

Temo che difficilmente sbroglierò la matassa; comunque, per gli increduli, segue la foto dell’articolo che ispirò queste mie contrite considerazioni. Non cito le fonti perché “chi deve sapere saprà”. (n.z.b.)

fullsizeoutput_181

 

Testi: Nadia Zamboni Battiston

Foto di copertina di Ricardo Gomez Angel su Unsplash

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Viviana Chinello

psicologa psicoterapeuta sessuologa specialista in EMDR

Las cosas que me hacen feliz

Sketch y dibujos rápidos de las cosas que me gustan

Ridere... senza malinconia

A piangere si fa sempre in tempo!

I LIBRI DEGLI ALTRI

l'editing è uno stile di vita

AVM TRANSLATIONS

Argomenti e Servizi di Traduzione e Scrittura - Free-lance Translator

the smARTraveller blog ✈

dedicated to all of you who love and live for travelling

próxima salida, MARRAKECH

Cultura, historia y sociedad de Marruecos

valeriu dg barbu

©valeriu barbu

CAN X L'AIA ti strappa un sorriso... e poi ci mette una toppa!

...SI PUBBLICA OGNI GIORNO NEL PRIMO POMERIGGIO

Triskel182

La libertà è il diritto dell'anima di respirare.

riccardo pocci

www.riccardopocci.com

You should be dancing!

A dialogue with performing arts

Acid Valley Magazine

Something must be done

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: