La protesi del male

Un giorno una giornalista olandese specializzata in medicina, tale Jet Shouten, dubitosa della serietà dei controlli di certificazione CE delle protesi, andò al supermercato, comprò  dei mandarini, ne ritagliò la rete, si prese la briga di scrivere un rapportino di circa 121 pagine sulla presunta rete pelvica, a cui aveva affibbiato un nome commerciale di…